Quando si tratta di rafforzare la privacy e la sicurezza della propria connessione Internet, proxy e VPN (reti private virtuali) emergono in genere come opzioni a cui rivolgersi. Entrambi questi strumenti eccellono nel salvaguardare la tua identità online, portando molte aziende, istituzioni e individui a utilizzarli in modo intercambiabile. Tuttavia, funzionano in modo abbastanza distintivo.

Per decidere lo strumento più adatto alle tue esigenze di navigazione, è fondamentale comprenderne le differenze. Questo articolo chiarirà il concetto di proxy e VPN, nonché le loro somiglianze e differenze, consentendoti così di prendere una decisione informata.

Uno sguardo ai proxy

Un server proxy funge da intermediario tra un client e un server, dotato di un indirizzo IP univoco in base alla posizione selezionata. Quando richiedi una risorsa come una pagina web, la richiesta va prima al server proxy e poi viene inoltrata al server di destinazione. Allo stesso modo, il server proxy recupera la risorsa richiesta per conto del client.

Questo meccanismo mantiene nascosto il tuo indirizzo IP, proteggendo così la tua identità online e la tua privacy. I vantaggi dei proxy comprendono un maggiore anonimato, l'elusione delle restrizioni sui contenuti geografici e l'accesso ai siti Web bloccati dagli amministratori di rete.

Decodifica delle VPN

Proprio come i proxy, una VPN incanala il tuo traffico tramite un server privato prima di inviarlo alla destinazione online prevista. Questa disposizione fa sì che il tuo traffico Internet provenga apparentemente da un indirizzo IP diverso. Inoltre, le VPN garantiscono una sicurezza sostanziale crittografando il tuo traffico durante il processo.

Quando installi una VPN sul tuo dispositivo, tutto il tuo traffico viene instradato attraverso di essa. Sebbene un proxy possa replicarlo, ti consente anche di applicarlo a una singola app o browser mentre usi il tuo IP per tutto il resto. In questo modo, le VPN forniscono una soluzione completa, mentre i proxy offrono funzionalità più diversificate.

Anche se alcuni proxy supportano anche la crittografia, le VPN sono fondamentalmente costruite per questo scopo. Questa funzionalità migliora la tua sicurezza online, soprattutto sulle reti Wi-Fi pubbliche, ma comporta anche alcuni inconvenienti che dovresti considerare.

Proxy e VPN: confronto e contrasto

Dato che 80% delle persone si preoccupa della propria privacy online, non sorprende che questi strumenti siano molto richiesti. Sebbene entrambi possano raggiungere l’obiettivo, i loro metodi variano. A seconda delle tue esigenze specifiche, potresti preferirne uno rispetto all'altro.

In termini di somiglianze, sia i proxy che le VPN nascondono il tuo vero indirizzo IP, migliorando il tuo anonimato e la tua privacy online. Ora, approfondiamo le loro differenze in base a:

  1. Facilità d'uso: Le VPN sono generalmente più facili da configurare e utilizzare poiché sono rivolte a singoli utenti, a differenza dei proxy che sono spesso progettati per aziende e professionisti. Pertanto, i proxy sono ideali per casi d’uso commerciali come web scraping, verifica degli annunci e ricerca SEO. Al contrario, le VPN sono più adatte agli utenti Internet ordinari che non hanno competenze tecniche.
  2. Sicurezza e velocità: la crittografia del traffico migliora la sicurezza ma può anche rallentare la velocità di Internet. Poiché le VPN crittografano sempre il traffico, garantiscono la sicurezza della rete ma potenzialmente riducono la velocità di connessione. I proxy, che di per sé non rallentano le connessioni, sono più appropriati per attività con larghezza di banda elevata e bassa latenza come streaming, videoconferenze e giochi.
  3. Opzioni di configurazione e versatilità: Mentre l'installazione di una VPN garantisce che tutto il tuo traffico venga indirizzato attraverso di essa, un proxy ti consente anche di configurarlo per un'app o un browser specifico mentre utilizzi il tuo IP personale per altre attività. Pertanto, le VPN forniscono una soluzione universale, mentre i proxy offrono funzionalità più ampie.
  4. Restrizioni: Entrambi gli strumenti possono eludere le restrizioni sulla posizione per accedere a contenuti specifici della regione. Tuttavia, alcuni siti Web, giochi e piattaforme di streaming come Hulu e Netflix vietano l'uso della VPN. In queste situazioni, i proxy potrebbero essere la soluzione ideale, poiché i loro IP provengono da utenti e ISP legittimi.

Osservazioni conclusive

Il dibattito tra proxy e VPN non ha un vincitore definitivo. Entrambi gli strumenti sono efficaci nel salvaguardare il tuo indirizzo IP e nel migliorare la privacy online: la scelta più adatta dipende dalle tue esigenze specifiche. Sia che tu scelga proxy o VPN, è fondamentale condurre ricerche approfondite e selezionare un fornitore affidabile con una comprovata esperienza

Domande frequenti (FAQ) su

Quali sono le differenze principali tra un proxy e una VPN?

Sebbene sia i proxy che le VPN nascondano il tuo attuale indirizzo IP, le differenze risiedono nel modo in cui funzionano. Un server proxy funge da intermediario, inoltrando le tue richieste senza fornire crittografia. Le VPN, invece, instradano il tuo traffico attraverso un server privato e lo crittografano, fornendo un livello di sicurezza più elevato.

Come funziona un Proxy?

Un server proxy funge da intermediario tra il tuo dispositivo (il client) e il server da cui richiedi le risorse. Ha un proprio indirizzo IP univoco, che consente al tuo indirizzo IP effettivo di rimanere nascosto e di proteggere la tua privacy online.

Come funziona una VPN?

Una VPN instrada il tuo traffico attraverso un server privato, facendolo sembrare come se provenisse da un indirizzo IP diverso. Questo processo include la crittografia del traffico, garantendo un elevato livello di sicurezza online.

Quale è più facile da usare, un proxy o una VPN?

Le VPN sono generalmente considerate più facili da configurare e utilizzare per i singoli utenti senza esperienza tecnica. Al contrario, i proxy spesso si rivolgono maggiormente ad aziende e professionisti e possono richiedere un know-how più tecnico.

Sia il proxy che la VPN influiscono sulla velocità di Internet?

Crittografare il tuo traffico Internet, come fanno le VPN, può rallentare la velocità di Internet. I proxy, d'altra parte, non causano di per sé rallentamenti e potrebbero essere migliori per le attività che richiedono larghezza di banda elevata e bassa latenza, come lo streaming o i giochi.

È possibile utilizzare proxy e VPN per accedere a contenuti specifici della regione?

Sia i proxy che le VPN possono essere utilizzati per aggirare le restrizioni sulla posizione e accedere a contenuti specifici della regione. Tuttavia, alcune piattaforme come Hulu e Netflix potrebbero bloccare l’uso delle VPN. In questi casi, i proxy possono essere un’alternativa adeguata poiché i loro IP provengono da utenti e ISP legittimi.

Alexander Schmidt

Alexander Schmidt è un ingegnere informatico che crede nel lavorare in modo più intelligente, non di più. Con 12 anni di esperienza nell'automazione e nell'estrazione di dati web per analisi e ricerca, fornisce alle aziende suggerimenti pratici e approfondimenti preziosi forniti in modo divertente e di facile lettura per aiutare gli altri a massimizzare il valore e le prestazioni delle loro soluzioni proxy. Quando non è impegnato a modificare la sua configurazione o a non fare consulenza per le PMI, puoi trovare Alexander interessato alle ultime novità tecnologiche e ai progressi dell'intelligenza artificiale.

Scegli e acquista proxy

Personalizza facilmente il tuo pacchetto di server proxy con il nostro modulo intuitivo. Scegli la località, la quantità e la durata del servizio per visualizzare i prezzi dei pacchetti istantanei e i costi per IP. Goditi flessibilità e comodità per le tue attività online.

Scegli il tuo pacchetto proxy

Scegli e acquista proxy